Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Annotazioni Metodologia generale

Metodologia generale

Approccio alla progettazione del Portale ed all'impostazione dei suoi possibili contenuti

 

di Riccardo Bionducci
 

Declaratoria

proc_autocoscienza.png 

Stabilire una precisa struttura organizzativa del Portale e dei suoi contenuti si rende necessario affinché lo stesso possa:

  • raccogliere tutti gli argomenti di interesse;
  • sviluppare le sue parti in maniera equilibrata, indipendentemente dall'ordine di implementazione;
  • integrare il contributo di soggetti eterogenei dal punto di vista dei percorsi formativi e dei profili di competenza;
  • ampliare l'articolazione mantenendo una propria costante unitarietà.
Saverio Muratori, il Processo dell'Autocoscienza. Ideogramma autografo che rappresenta, in maniera tridimensionale, i processi autocoscienti dell'ecumene civile.
 

L'approccio al compito è quello ordinatorio-operativo della Scuola romana di Saverio Muratori (Modena, 1910 - Roma, 1973), usuale per chi abbia avuto trascorsi universitari e professionali al fianco di Alessandro Giannini e Romano Greco, suoi diretti assistenti alla Facoltà di Architettura della Sapienza.

In La filosofia di Saverio Muratori (Genova, 1983) Alessandro Giannini sostiene che un filosofo contemporaneo non debba necessariamente essere un letterato ma possa esprimersi ragionando architettonicamente, disponendo i propri ragionamenti in termini linguistici coerenti, lucidi ed onnicomprensivi, sviluppandoli sino a dare un modello di umanità alternativa bello, buono e giusto e rendendo al pensiero l'effettualità perduta sin dai lontani tempi della Scolastica.

saveriomuratori.png

www.centenariomuratoriano.it
www.comune.modena.it/biblioteche/muratori

Estetica metrica universale è la denominazione che egli propone dovendo individuare il suo pensiero:
  • Estetica universale perché applicata al giudizio del rapporto Mente-Realtà concepito come rapporto — perennemente in fieri — di due totalità, cioè come opera d'arte;
  • metrica, in quanto impegnata a dare un sistema ed un giudizio mensurali.

 Approfondimento: Come intepretare la figura di Saverio Muratori.

Strumentario

In una sua riflessione sul muratorianesimo (Pienza, 1995) Alessandro Giannini pensa che il pensiero filosofico muratoriano (già elaborato durante il periodo veneziano, 1950-55) travalichi le pareti dell'Estetica di Croce (il quale, muovendo da essa, muove dalla Realtà) verso la concretezza dell'Architettura.
Muratori separando Mente e Realtà — così "tradendo" l'unità dello Spirito con un dualismo tuttavia necessario a mantenere l'azione di resistenza alle idee opposta dell'essere-altro — muove invece dalla Logica, mettendo il linguaggio al posto della intuizione-espressione. Lo fa contemplando un'ulteriore dimensione, un momento pre-mentale che chiama Realtà, necessariamente data come infinitamente organica, tuttavia distinguibile in due aspetti — l'eidetico (l'immaginario della mente) ed il suo residuo iletico (fisico, materiale, che la mente elabora in tipi, i quali esistono di per sé: non sono una conquista della mente) — e così di seguito, all'infinito, con l'Uomo eternamente impegnato in un asintotico processo di adeguamento al Mondo, il risultato del quale possiamo definire Ambiente.
Secondo un ordine scalare, i gradi di questo Ambiente sono:

  1. l'ELEMENTO (assunzione mentale, cioè oggettivazione di dati oggettuali della realtà, individui, in serie occasionale)
  2. la STRUTTURA (aggregazione di elementi, strumentazione)
  3. il SISTEMA (integrazione di strutture)
  4. l'ORGANISMO (vitalizzazione del sistema)

I Momenti dello Spirito, ossia della vita della Coscienza nel suo rapporto ciclico con la Realtà, sono:


  1. il momento LOGICO, della distinzione soggettiva di oggetti naturali in classi, usando come seriali i valori organici di questi;

  2. il momento ECONOMICO, dell'uso strumentale soggettivo di tali classi, usando come seriali i loro valori seriali;
  3. il momento ETICO, del collegamento totalizzante soggettivo di tali strutture, adottando come organici i loro valori seriali;
  4. il momento ESTETICO, dell'attuazione individuale oggettiva di tali sistemi, adottando come organici i loro valori organici.

In vero, se il Mondo percepito, costituito da tutte le strutture umane concrete, è ancora Coscienza in quanto rapporto conoscitivo e produttivo dell'Uomo col Reale, questo processo è attivo non solo nel Soggetto percipiente ma anche nell'Oggetto.


"Benchmark"


Tutti abbiamo cognizione del fatto che in natura esistono le rocce e di come i loro frammenti e detriti, massi, scapoli, ciottoli, etc. si dispongano occasionalmente come oggetti individui; fin tanto che stanno dove stanno sono: "quel sasso, quella roccia, etc." che col tempo impariamo a riconoscere.


Un sasso, colto nella sua tipicità, è tuttavia pensabile come materiale che, assieme ad altri sassi simili, opportunamente collocati, può costituire una struttura, appunto una disposizione organizzata di materiali: una macera di recinzione (aggregazione a minor grado di organizzazione) o un muro di un edificio (aggregazione a maggior grado di organizzazione).

Il materiale litico, raccolta di pietre accatastate a piè d'opera da selezionare in base alle attitudini presentate, trova collocazione all'interno di un preciso disegno strutturale (idea di macera o muro) venendo disposto in posizione d'angolo o corrente o interna o a formare archi e piattabande etc., intenzionalmente mirato alla composizione di un sistema architettonico, nel caso più elementare monocellulare tondo o quadrato, nel caso ne sia già prevista l'aggregazione.


Le strutture murarie, integrate e disposte secondo un ordine gerarchico intenzionale volto alla costituzione di un organismo architettonico (prefigurato), definiscono uno spazio vocato allo svolgimento di determinate funzioni: un ricovero, una casa, una chiesa.


Attuazione ed uso restituiscono al Mondo un nuovo individuo che, chiudendo il ciclo, si ambienta, entrando così a far parte di una realtà preesitente arricchita dall'intervento inseritovi: nulla si è creato, se non una diversa organizzazione di elementi già presenti.
(il più bel complimento che si possa fare ad un'opera architettonica è pensare che sia sempre stata lì …).




Compito per gli Autori dei contenuti del Portale

Il Progetto (A.Giannini, Parolario, Genova 1992) è un pensato "finalizzato a" o "rappresentazione di" un oggetto individuo, che viene prima di esso, non dopo; in questo è diverso dai pensati che vengono dopo, in conseguenza — della visione — di un oggetto. Se vedo un oggetto e ne acquisisco un'immagine eidetica, questo pensato viene dopo l'oggetto; se invece prima ho l'immagine eidetica e poi ne formo l'oggetto, il pensato viene prima, è un Progetto.

Per precisare il significato di Progetto ricorriamo a quanto scrive lo stesso Muratori negli Allegati di Civiltà e Territorio, Roma 1967 (Premessa alla Tav.2 dell'Allegato 4 - Riassunto per schemi sinottici del Corso di lezioni teoriche - Istituto di Metodologia architettonica - Facoltà di Architettura - Università di Roma, La Sapienza - 1966).
 

Il termine progetto è equivoco perché programma mai pienamente realizzato: previsione diversa da risultato effettivo per valutazione limitata soggettiva.

Invece: risultato convergenza di più fattori, di più soggetti, di più reazioni; processo storico reale: passaggio attraverso diversi poli intenzionali, anche nello stesso soggetto, nei successivi momenti dell'azione (azione, effetto, reazione).
Questi diversi poli intenzionali costituiscono posizioni complementari tipiche.

Processo storico reale: integrazione equilibrante tra interessi/programmi complementari perciò processo ciclico:

  1. le azioni soggettive unilaterali innescano il processo;
  2. ma, in quanto insufficienti allo scopo, restano via via superate da esigenze nuove anche nello stesso soggetto, tendente a correggere il processo;
  3. l'azione soggettiva per scatti correttivi si inserisce così nella realtà.

Per questo la coscienza programmatica (autocoscienza) differisce dalla realtà, costituisce parte integrante della realtà che è pluralità, equilibrio, movimento, mette in moto il processo della realtà, senza poterne prescindere e disporre, confluisce nella realtà man mano che, operando e correggendosi, la scopre e le aderisce.

Questo divario è sempre presente, sia nella coscienza intuitiva-subconscio-istinto (processo intenzionale divergente dal diagramma del processo reale per spezzate più minute e episodiche) sia assai più della coscienza riflessa (autocoscienza) divergente da tale diagramma per spezzate di maggior ampiezza.

Così le forme autocoscienti (civiltà, cultura, scienza) incorrono in astrazioni soggettive maggiori, cioè in maggiori errori, non sempre correggibili lungo il programma. Perciò periodicamente intervengono le crisi della civiltà.

A lungo andare però la civiltà — per quel tanto che essa è continuità di esperienza-memoria — giunge a un rapporto stabile tra processo reale e coscienza: tende cioè, sia pure asintoticamente, a una stabilità di valori obiettivi.

La coscienza critica e scientifica, che, oggi — attivista e immatura — è disorientata, tende, assestando il rapporto coscienza-realtà, a una visione equilibrata, stabile.

In questo quadro anche il progetto tende a criteri diversi e più positivi:

  • fondando su una visione critica emendata dagli errori soggettivistici;
  • apprezzando positivamente, nel quadro dei processi tipici della coscienza:
    • sia il dato oggettivo di base,
    • sia l'apporto soggettivo motore e reattivo,
    • sia il risultato conclusivo promosso dal soggetto ma costituito dall'oggetto.

Traccia progettuale

PREMESSA
 - Genesi del Documento di Progetto
 - Collocazione degli Autori rispetto al ciclo di vita del Sistema
 - Approccio metodologico
 - Progetto di Indice-Sommario commentato

FONDAMENTI DEL SISTEMA
 - DISEGNO COMPLESSIVO
     - Quadro di riferimento politico-programmatico
             - Principi della Direttiva "Stanca"
             - Il Sistema Informativo Territoriale della Provincia nel disegno di riorganizzazione dell'Ente
             - Costituzione del Servizio S.I.T.I.
             - Il Sistema Informativo Territoriale Integrato della Provincia nelle "Linee Programmatiche di Mandato 2007-2012"

     - Quadro di riferimento tecnico-progettuale
             - Documento preliminare sul Sistema Informativo Territoriale
                  - Risorse esistenti
                  - Esigenze dei Servizi
                  - Proposte per la realizzazione del Progetto di S.I.T.
                  - Conclusioni

     - Linee programmatiche per la realizzazione del S.I.T.I. della Provincia della Spezia
              - S.I.T.I. provinciale e contesto organizzativo
              - Attività propedeutica
              - Definizione di sistema informativo territoriale e sue funzioni
              - Ruolo della Provincia della Spezia nel panorama dei sistemi informativi di livello nazionale e locale

     - Processo di attuazione
              - Scelte preliminari
                   - Modello organizzativo
                   - Impiego delle risorse assegnate
                   - Tematiche di sviluppo progettuale
                   - Individuazione delle strutture di supporto tecnico
              - Governo della fase prototipale
              - Governo dei contenuti tematici
                   - Principi per l'organizzazione e lo sviluppo dei temi
                   - Progetti di sviluppo                          

              - Prospettive di integrazione in un Sistema Informativo Territoriale unificato per la P.A.
                   - La memorizzazione di informazioni amministrative: categorie di dati, caratteristiche e potenzialità
                        - Raccolta di posizioni relative alle Persone fisiche e giuridiche
                        - Rappresentazione geografica dei Beni immobili
                        - Identificazione della Viabilità pubblica
                   - L'integrazione delle informazioni amministrative in una base di dati geografica
      - Modalità di pubblicazione
                     
 - PROGETTO DI SISTEMA

STRUTTURAZIONE DEL SISTEMA
 - INFRASTRUTTURE E STRUMENTI PER L'IMPLEMENTAZIONE DEL S.I.T.I.
 - SPECIFICHE TECNICHE PER LA COSTRUZIONE DEL REPERTORIO CARTOGRAFICO DEL S.I.T.I.

ARCHITETTURA DEL SISTEMA
 - DATAWAREHOUSE GENERALE DEL S.I.T.I.
 - INTEGRAZIONE TRA S.I.T.I. E PROCEDURE DEGLI UFFICI PROVINCIALI

VITALIZZAZIONE DEL SISTEMA
 - PORTALE DELL'INFORMAZIONE GEOGRAFICA DELLA PROVINCIA DELLA SPEZIA
      - Impiego del CMS Plone®/Zope
      - Gestione dell'Utenza
      - Organizzazione dei contenuti del Portale
      - Modalità di interazione Portale-Utenti
  - METADATI
      - Quadro di riferimento per i metadati        
       
- Criteri per una lista di metadati
              - Informazioni sui metadati
              - Informazioni di identificazione dei dati
              - Informazioni su vincoli dei dati
              - Informazioni sulla qualità dei dati
              - Informazioni sulla provenienza e sul processo di produzione dei dati
              - Informazioni sul sistema di riferimento
              - Informazioni sulla distribuzione
              - Conformità
        - Indicazioni per i metadati sui servizi
        - Catalogo dei metadati 

 - FORMAZIONE DELL’UTENZA
      - Strumenti per l'autoformazione degli Utenti
      - Piano di Formazione degli Utenti

 - VALUTAZIONE DEL SISTEMA IN ESERCIZIO

 

 servizicstsp_siti.png

 

Ciclo di vita del Sistema nel primo decennio 2004-2014

AREE
PROFILI DI COMPETENZA
ATTIVITA'INCIDENZA FINANZIARIA NEL DECENNIO 2004-2014
Programmazione e RealizzazioneResponsabile di S.I.
Capo Progetti ICT
 
  • Indagine ricognitiva per la realizzazione di un s.i.t. provinciale
0,059
  • Studio di fattibilità per il Sistema Informativo Territoriale Integrato della Provincia della Spezia
0,018
  • Linee programmatiche per la realizzazione del Sistema Informativo Territoriale Integrato della Provincia della Spezia
0,064
  • Direzione operativa per lo sviluppo del S.I.T.I.
1,951
  • Piano Operativo del Polo provinciale spezzino del CST Liguria
  • Direzione operativa per la realizzazione dei Servizi ICT del Polo provinciale spezzino del CST Liguria
Programmazione e RealizzazioneConsulente di soluzioni ICT
Revisore di S.I.
 
  • Progetto Esecutivo per la Gara d'Appalto per la Realizzazione del Piano Operativo del Polo provinciale spezzino - CST Liguria
0,176
Realizzazione ed EsercizioAnalista di S.I.
Progettista di S.I.
Consulente di soluzioni ICT
Responsabile DB
 
  • Progetto di Sistema
2,611
  • Implementazione del Portale applicativo del S.I.T.I.
  • SW 'ad hoc' per la gestione integrata Catasto Strade-S.I.T.I.
  • Integrazione informazioni catastali-S.I.T.I.
  • SW 'ad hoc' per la gestione integrata WMS/WFS-S.I.T.I.
  • SW 'ad hoc' per la gestione integrata informazioni Turismo-S.I.T.I.
  • Aggiornamento/acquisizione informazioni geografiche per il S.I.T.I.
  • SW 'ad hoc' per la gestione integrata informazioni patrimonio-S.I.T.I.
  • Manutenzione applicativi gestionali
  • SitiSET-Sistema cooperativo per la integrazione dati amm.vi a titolarità comunale in materia di demografia ed attività produttive
  • Gestione integrata S.I.S.-S.I.T.I. — Sistema di supporto agli interventi manutentivi (ordinari e d'urgenza) e di programmazione a mezzo stazioni fisse e apparati mobili su piattaforma web in modalità integrata con le informazioni deL SITI provinciale.
  • WebGIS della rete sentieristica — Sistema informativo territoriale della rete sentieristica della Provincia della Spezia.
  • Geomonitor — Sistema geografico di monitoraggio degli indicatori ambientali della Provincia della Spezia.
Realizzazione ed EsercizioAnalista di S.I.
Progettista di S.I.
Consulente di soluzioni ICT
Responsabile DB
Integrazione di Sistemi e infrastrutture, Sicurezza e TLC
Sistemista SIS
Esperto applicazioni web e multimediali
Formatore IT
 
  • Servizi telematici ed informatici per la "Innovazione nella promozione del territorio. (Polo prov. CST Liguria)
3,829
 
  • Servizi telematici ed informatici per la "Innovazione ed implementazione dell'efficienza per i servizi di gestione del territorio. (Polo prov. CST Liguria)
 
  • Servizi telematici ed informatici per la "Innovazione ed implementazione dell'efficienza per i servizi di gestione del territorio. (Polo prov. CST Liguria)
Realizzazione ed Esercizio Progettista di Sistemi Informatici
Progettista di Integrazione di Sistemi e infrastrutture
Progettista di Sistemi Sicurezza
Progettista di Sistemi TLC
Sistemista SIS

 
  • Infrastruttura informatica per l'implementazione del S.I.T.I.
0,697
(compreso HW)
  • Manutenzione dell'Infrastruttura HW ed applicativi di sistema
0,176
EsercizioConsulente di soluzioni ICT
Formatore IT
 
  • Specifiche tecniche per la costruzione del repertorio cartografico del S.I.T.I.
0,176
  • Supporto all'editing DWH a mezzo QuantumGIS
0,169
EsercizioEsperto applicazioni web e multimediali 
  • Aggiornamento e migrazione su piattaforma OpenSource 'ad hoc' del Portale Turismo per integrazione col S.I.T.I.
0,076
GovernoAmministratore di S.I.
Responsabile di S.I.
e Capo Progetti ICT
 
  • Supervisione dell’infrastruttura ICT
    • interfaccia-specialisti
    • riferimento-Utenti
    • identificazione e risoluzione problemi primo livello e diagnosi di quelli complessi)
0,000
(attività attualmente ricompresa nella D.O. SITI)

 

Azioni sul documento