Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Annotazioni

Annotazioni

AUSILI ALLA PIENA FRUIZIONE DEI CONTENUTI DEL PORTALE

Nota generale

amanuense200.png

Il Portale si rivolge alla propria Utenza — necessariamente diversificata in quanto a grado di preparazione in materia di informazione geografica — cercando di utilizzare, si spera in maniera comunque comprensibile, una terminologia il più possibile rigorosa anche per stimolare chi consulti queste pagine a colmare, ove necessario, eventuali proprie lacune (… o a segnalare inesattezze riscontrate!).
Nell'ambito della Pubblica Amministrazione (Utenti interni) è giusto che gli addetti — retribuiti con denaro pubblico — mantengano aggiornate le proprie conoscenze in rapporto al ruolo che sono chiamati a ricoprire, soprattutto quando gliene venga offerta l'opportunità.

A questo proposito, oltre a quanto presente su questo sito, il Web offre una gran quantità di strumenti didattici di livello adeguato alle esigenze avanzate del cultore della materia o a quelle elementari del neofita — tutti liberamente accessibili. L’Utente che volesse dedicare un po’ del suo tempo agli approfondimenti sarà senz’altro in grado di rintracciare, all’occasione, la versione recente degli strumenti più adatti alle proprie esigenze, ad esempio consultando le sezioni didattiche dei siti Web di Istituti, Organismi e Servizi scientifici nazionali ed internazionali o delle molte Università italiane e straniere che tengono Corsi e Laboratori in materia di informazione geografica.

Questa sezione — in progressivo accrescimento — intende richiamare l’attenzione su alcuni concetti fondamentali che occorre aver chiari per una completa fruizione dei contenuti informativi. I testi proposti — che non intendono certo essere trattazioni esaustive — vanno considerati come quadri propedeutici all’approfondimento, nelle sedi proprie, delle tematiche suggerite.

Ove possibile, nei contenuti del Portale, si è cercato di utilizzare espressioni italiane corrispondenti a quelle native, in lingua inglese. In alcuni casi, tuttavia, i termini italiani disponibili risultano restrittivi rispetto a quelli originali. A questo proposito consulta il wiki di GFOSS.it in materia di traduzioni.
 

mantegna_gonzaga140.png 

Per un approfondimento sui principi dell'informazione geografica applicata alla gestione dei dati amministrativi, leggi il:

"Quadro delle componenti fondamentali di un Sistema Informativo Territoriale per la Pubblica Amministrazione".

 


Per un chiarimento sul modo di trattare ed affrontare gli argomenti di questo Portale
Leggi il quadro propedeutico: METODOLOGIA GENERALE

proc_autocoscienza.png 

Sintesi

  • Declaratoria di adesione all'approccio muratoriano
  • Strumentario di supporto
  • Compiti degli Autori
  • Analisi del ciclo di vita del Sistema nel suo primo decennio 2004-2014.

Per accedere agli altri documenti di questa sezione è necessario  registrarsi.

La registrazione al Portale — consentita a chiunque — non comporta null'altro che l'accettazione delle "Condizioni d'uso" e la dichiarazione di presa visione dell' "Informativa sulla privacy".)

 

Leggi le avvertenze relative a: condizioni e modalità d'uso dei dati e delle informazioni geografiche contenuti nel Portale; informativa sulla Privacy.

 


Per un chiarimento in materia di sistemi e superfici di riferimento, sistemi di coordinate, sistemi di rappresentazione cartografica, ed altri argomenti connessi
Leggi il quadro propedeutico: QUESTIONI INERENTI ALLA RAPPRESENTAZIONE GEOGRAFICA DELLE INFORMAZIONI

Sintesi

flagellazione_piero200.png L’uomo esiste e si muove nello spazio, cioè nel “luogo indefinito ed illimitato in cui si pensano contenute tutte le cose materiali, le quali, in quanto hanno un’estensione, ne occupano una parte, e vi assumono una posizione definita mediante le proprietà relazionali di carattere qualitativo (sempre relative ad una certa scala) di vicinanza, lontananza, di grandezza, piccolezza, rese quantitative, già nell’antichità classica, dalla geometria, in quanto scienza dei rapporti e delle misure spaziali fondata su una definizione rigorosa dello spazio come estensione tridimensionale.” (la definizione di spazio è tratta dal Vocabolario della lingua italiana Treccani).

L’osservazione della realtà — la lettura degli elementi e delle strutture da cui è composta, delle organizzazioni e degli ambienti naturali ed antropici — implica la questione della sua rappresentazione (mentale o materiale), cioè di una replica (ri-produzione) — proiezione o progetto — capace di descrivere il mondo — o una sua parte — operando, necessariamente, delle sintesi.

Il primo aspetto del problema attiene alla determinazione — attraverso misurazioni — della posizione di punti della superficie terrestre. Per far questo, occorre operare un riconoscimento di forma e dimensioni della Terra e fissare un sistema di riferimento relativamente al quale definire le posizioni dei punti (misurate da persone diverse, in tempi diversi, in posizioni diverse della superficie terrestre, etc. oppure determinate con l'ausilio di una superficie di riferimento assunta come modello di approssimazione della forma reale della Terra) da esprimere, infine, mediante un prescelto sistema di coordinate.

Il secondo aspetto del problema riguarda la definizione di un sistema di rappresentazione — pratico ed efficace, in relazione a scopi prefissati — delle posizioni dei punti, determinati come sopra detto.
 


Per un chiarimento in materia di sistemi e superfici di riferimento, sistemi di coordinate, sistemi di rappresentazione cartografica, ed altri argomenti connessi
Leggi il quadro propedeutico: QUESTIONI INERENTI AI SISTEMI GLOBALI DI NAVIGAZIONE DA SATELLITE - GNSS

Sintesi

eratostene-misure_seppia.jpg 

nota:

I concetti di sistema di riferimento, superficie di riferimento, sistema di coordinate, sistema di rappresentazione cartografica etc. — nozioni basilari per la piena comprensione della trattazione — sono qui dati per noti e solo brevemente richiamati, in quanto materia del Quadro propedeutico “Questioni inerenti alla rappresentazione geografica delle informazioni”, alla cui lettura si rimanda.

Attraverso l'uso, più o meno consapevole, di dispositivi mobili muniti di sistema di posizionamento satellitare, i servizi di localizzazione sono entrati nella quotidianità di una gran parte della popolazione mondiale che se ne serve per:

  • ricercare punti di interesse generale (parcheggi, ospedali, alberghi, punti di ristoro, esercizi commerciali, etc.) in prossimità della posizione ricoperta;
  • localizzare stazionamenti di proprio interesse (ad es.: punti di ripresa fotografica) per la contestualizzazione in mappa di "eventi" ad essi associati (i fotogrammi scattati);
  • navigare lungo percorsi stradali ed escursionistici e tracciare itinerari;
  • localizzare automezzi e tracciarne gli spostamenti;

e per molto altro ancora.

Alla pratica dell'utente amatoriale risultano sufficienti poche nozioni, visto che eventuali procedure erronee producono, tutto sommato, conseguenze di scarsa importanza. Tuttavia, taluni utenti più curiosi potrebbero essere ugualmente interessati ad approfondire caratteristiche e modalità di funzionamento dei propri dispositivi — ad esempio le ragioni degli scostamenti nella stima delle misure — o il rapporto intercorrente tra il sistema di riferimento utilizzato dall’apparecchio e quello della rappresentazione cartografica. Il Quadro propedeutico  — compilato integrando e riorganizzando informazioni note in letteratura — si chiude con una panoramica delle possibili modalità di posizionamento a mezzo GNSS, propositivamente ordinata nella forma tabulare di Indice critico-operativo.
 


Con l’introduzione dell’elaboratore elettronico, la Scienza moderna realizza l’intento che si era prefissata — fin dalle origini cartesiane  e leibniziane — di riuscire a fondare, metafisicamente, una virtualizzazione della realtà costituente il continuo modello di ogni conoscenza e di ogni applicazione oggettiva.  La lettura — certamente impegnativa — dello scritto che segue non sembri fuori luogo per l’approccio ampio della trattazione in rapporto alla caratterizzazione del Portale, non foss’altro per la natura di interfaccia informatica tra informazioni geografiche ed Utenti di quest’ultimo. Si riporta qui — per gentile concessione dell'Autore — il Saggio di Pier Gavino Capece, altrimenti non reperibile in rete.
Leggi l’approfondimento: RIFLESSIONI INTORNO AL COMPUTER
 


Internet migliora le nostre possibilità o ci aliena e ci controlla? Fa bene o fa male?
Leggi l'approfondimento: "APOCALITTICI E INTEGRATI (del WEB). Dai sentimenti alle informazioni: ecco la nuova vita sulla rete" di Maurizio FERRARIS. La Repubblica, 7 Dicembre 2010 (link esterno alla rassegna stampa di SWAS PoliTO - Servizi web per la Pubblica Amministrazione del Politecnico di Torino)
 


 

Azioni sul documento