Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Repertorio Catasto delle Strade provinciali

Catasto delle Strade provinciali

MAPSET PER LA GESTIONE DEL CATASTO STRADALE EX D.Lgs 285/92

Il Catasto stradale nella normativa nazionale e regionale

Il Nuovo Codice della Strada (NCdS - Decreto Legislativo n° 285 del 30.IV.1992 e succ.modd ed ii. e D.P.R. 16.XII.1992 n°495 e succ.modd ed ii. - Regolamento di esecuzione ed attuazione del NCdS) prevede (art.13 6° comma) l’istituzione del Catasto delle Strade, che rappresenta l'inventario di tutte le strade ad uso pubblico presenti sul territorio nazionale, con l’obiettivo primario di definire la consistenza della rete stradale nazionale in modo compatibile ed integrabile, in una prospettiva a medio-lungo termine, con i Catasti dei terreni e dei fabbricati.

Il D.Min.LL.PP 1.VI.2001 (Modalità di istituzione e aggiornamento del Catasto delle strade ai sensi dell’art. 13, comma 6, D.lgs. 30.IV.1992 n. 285) disciplina la costituzione dell'inventario di base (“contenuti minimi”), la sua conservazione ed aggiornamento da parte degli Enti Locali proprietari di strade. L’inventario di base deve essere suscettibile di ampliamento, al fine di contenere le informazioni necessarie agli Enti Locali per corrispondere alle disposizioni del NCdS e alle esigenze di costituzione dell’Archivio Nazionale delle Strade (ANS).

In attuazione del D.Min.LL.PP 1.VI.2001, la Regione Liguria, cui è demandato il compito di realizzare la componente dell’ANS per il territorio di propria competenza, si è attivata emanando la Legge Regionale 14.XI.2005 n°15: ”Disposizioni  per promuovere la formazione del Catasto delle strade provinciali e comunali”, che prevede la concessione di contributi a favore degli Enti locali per l’istituzione dei Catasti delle strade.

Con nota prot.2023/126756 in data 3.X.2007 la Regione Liguria ha invitato questo Ente a procedere all'approvazione dello schema di Convenzione per la realizzazione del Catasto stradale ex D.lgs. 285/92 già approvato dalla Regione con Decreto dirigenziale - Settore Infrastrutture e mobilità della R.L. n°2706 in data 11.9.2007. L’Amministrazione Provinciale ha provveduto ad approvare il suddetto schema di Convenzione e relativi allegati con Del.C.P. n°188 in data 29.XI.2007 prot.gen. n°66585. La Convenzione è stata sottoscritta in data 15.I.2008, presso gli Uffici della Regione Liguria.

Contenuti

Il Catasto Strade deve obbligatoriamente contenere gli elementi relativi alle caratteristiche geometriche delle strade e delle relative pertinenze nonché gli impianti ed i servizi permanenti connessi alle esigenze della circolazione. Questi dati rappresentano le informazioni "di base" alle quali devono fare riferimento tutte le altre informazioni contenute nei Sistemi Informativi Stradali (S.I.S.): questi sistemi contengono cartografie, dati di traffico, di incidentalità, stato di conservazione delle opere d’arte, delle pavimentazioni e delle opere complementari, monitoraggi ambientali, segnaletica...). Il D.Min.LL.PP 1.VI.2001 disciplina la costituzione dell'inventario di base (“contenuti minimi”), la sua conservazione ed aggiornamento, e prevede che gli Enti Locali, in sede di rilevamento dei dati necessari alla costituzione del Catasto Strade, possano provvedere al rilevamento di altri elementi facilmente acquisibili, utili per la costituzione del proprio S.I.S. 

Riuso del sistema di gestione del Catasto strade

Il Settore Viabilità — col supporto informatico del Servizio Sistema Informativo Territoriale Integrato della Provincia — ha promosso la realizzazione di un software "ad hoc" — interamente basato su tecnologia FreeSoftware/OpenSource — per la gestione del Catasto strade ex D.Lgs.285/92, nel rispetto delle direttive della Regione Liguria.

Tale soluzione "ad hoc", effettivamente riusabile in tutte le sue componenti, è basata sullo sviluppo del software OpenSource GisClient, applicazione web, rilasciata su licenza GNU/GPL  basata sul server cartografico  UMN MapServer e sul GeoRDBMS PostgreSQL/Postgis.

Per quanto stabilito nella Direttiva del Dipartimento per l'innovazione e le tecnologie della Presidenza del Consiglio del 19.XII.2003 "Sviluppo ed utilizzazione dei programmi informatici da parte delle pubbliche amministrazioni"  e nell'art.69 del D.Lgs 82/2005, la Provincia della Spezia, quale Amministrazione committente, si è contrattualmente riservata il diritto di disporre delle elaborazioni commissionate anche ai fini del riuso da parte della medesima o di altre PP.AA.

Hanno richiesto, in riuso, il sistema di gestione:

  • la Provincia di Savona
  • Il Comune della Spezia (che provvede allo sviluppo dell'applicativo in ordine ad esigenze proprie della scala comunale)
  • il Comune di Santo Stefano di Magra (SP)
  • il Comune di Ameglia (SP)

 

Per un approfondimento in tema di riuso di soluzioni informatiche, consulta la pagina relativa a "Software libero e riuso".



Se il proprio profilo Utente lo consente, sotto la riga compare il link di accesso alla mappa:

Azioni sul documento